Floriterapia con i Fiori di Bach

floriterapia con i fiori di bach

Sabato 22 febbraio alle ore 15 scopriremo insieme il mondo della Floriterapia e dei fiori di Bach, il rimedio naturale ideato da Edward Bach all’inizio del XX secolo, che fa uso dei fiori per riequilibrare la psiche e il fisico, agendo sui piani più sottili dell’organismo. Ci condurrà in questo viaggio Elisa Ghizzardi, naturopata e floriterapeuta, che ci aiuterà a conoscere i 38 fiori individuati dal medico inglese e ad utilizzarli nella vita quotidiana.

Durante il pomeriggio inoltre ci sarà la possibilità per ogni partecipante di scoprire il proprio Fiore dell’Anima (fornendo all’iscrizione nome, città, ora e data di nascita) e di prenotare un appuntamento individuale con la floriterapeuta, che avrà luogo in Opificio Olfattiva da fine febbraio.

Programma:

 

  • Introduzione ai fiori di Bach:

 

            chi era Bach

            i fiori e i vari gruppi

 

  • Il Fiore dell’anima

           

            assegnazione del fiore

            spiegazione dei 12 guaritori

 

Il metodo elaborato da Edward Bach chiamato Floriterapia fa uso di essenze di fiori selvatici a cui vengono associati gli stati emotivi.  In Rimedi di Bach non smorzano i sintomi che causano malessere ma agiscono intensificando le nostre qualità positive, riequilibrando le emozioni. Agiscono quindi come “accordatori”, ripristinando l’equilibrio psico-fisico di una persona. 

Elisa Ghizzardi: Naturopata, Operatrice Olistica e Reiki Master. Da diversi anni studia e pratica discipline volte al riequilibrio energetico ed al ritrovamento del benessere psico-fisico, attraverso trattamenti Reiki, massaggi olistici, crompopuntura e riflessologia plantare. E’ esperta di floriterapia del Dr Bach che pratica attraverso consulenze personalizzate e corsi per la conoscenza e l’uso dei rimedi floreali.

Come iscriverti? Chiamaci al 3495594156 o 054582966, oppure manda una mail a [email protected], specificando nome, cognome, data, luogo e ora di nascita. Evento gratuito. Solo su prenotazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *