Spedizione gratis da 35€ altrimenti 4,50€ - cel. 3495594156

Piccole abitudini per grandi sorrisi – Le Note di Base, l'elemento Terra e i tipi Kapha

Nella profumeria botanica le Note di Base si presentano come il carattere del profumo. Sono note decise e potenti. Continuando con una metafora letteraria, queste definirebbero il genere a cui il libro appartiene.
E’ proprio dalle Note di Base che si parte a comporre un profumo: sono ciò che rimarrà sulla nostra pelle per più tempo e devono quindi essere familiari, riportarci a casa, essere una tana.

Le Note di Base vengono estratte da radici, cortecce, semi, baccelli, legni pregiati e resine. Se ci soffermiamo ad osservarne l’origine e la parte della pianta da cui provengono vediamo già che sono componenti che denotano stabilità: le radici nutrono e tengono ancorati i vegetali al terreno, il tronco di un albero lo sostiene per secoli.
Hanno una volatilità bassa e dunque una persistenza di lunga durata. Il loro olio essenziale si presenta sotto forma di liquidi molto pesanti, in alcuni casi divengono quasi solidi. Alcune Note di Base sono ad esempio il Patchouli, il Vetiver, la Vaniglia, la Fava Tonka, l’Incenso, la Mirra, la Cannella, ilCedro Atlantico, il Nardo.

Le Note di Base corrispondono nella MTC (Medicina Tradizionale Cinese)all’elemento Terra e nell’Ayurveda al dosha Kapha.
Nella MTC il sentimento della Terra è individuato nella simpatia: persone conviviali, dall’aspetto mediamente robusto. Una Terra si riconosce a cena, sia da come apparecchia e predispone una tavola ricca e curata, sia dal gusto con il quale mangia. Deve nutrirsi e nutrire, l’affettività passa attraverso il cibo.
I tipi Terra sono molto attaccati a ciò che posseggono e al denaro, si radicano in tutti i sensi, predisponendo un ambiente stabile attorno a sé e a coloro che li circondano. Hanno grandi doti organizzative e sono anche per questo particolarmente efficienti in ambito lavorativo.
La Terra ha un’energia che da un certo punto di vista potremmo definire molto femminile: è calore, nutrizione, stabilità. Non a caso nella medicina cinese essa è posta al centro della rappresentazione degli elementi, li armonizza e li mette in comunicazione. Poiché la Terra sintetizza tutti gli altri elementi, le sue funzioni energetiche non saranno così definite come nel caso dell’Acqua, del Metallo, del Legno, del Fuoco e dell’Aria. Ciò che la contraddistingue è l’equilibrio: la parola chiave della terra è distribuzione, quindi la distribuzione legata al concetto di nutrimento, sia fisico che psichico ed emozionale. La Terra, da un punto di vista energetico, diventa il centro delle trasformazioni. Tutti i cambiamenti sono possibili in virtù della sua capacità di destrutturazione e rielaborazione (tutti possediamo questa componente, anche qualora non fosse predominante). Chi ha un vuoto energetico dell elemento terra non riuscirà a cambiare la propria situazione.
Allo stesso modo che nella MTC, nella medicina Ayurvedica, il Kapha riequilibra gli elementi di Acqua e Terra riunendoli al suo interno.

La stagione della Terra è la tarda estate
Il colore è il giallo del grano maturo
Il sapore è il dolce dei cereali, del resto, quando una persona ha un bisogno irrefrenabile di dolci, questo nasce da un vuoto dell elemento Terra.
Carattere conciliante e deciso, destruttura problemi complessi attraverso la sua capacità di analisi.

Non a caso alcune Note di Base aiutano proprio a concretizzare i progetti conferendo stabilità ed efficacia, aiutano la risoluzione di situazioni difficili e accolgono, rilassano, nutrono lo spirito.

E tu?
Hai voglia della dolcezza della Terra?

Barbara Pozzi e lo staff Olfattiva*
Ringraziamo la Naturopata ed esperta di fitoterapia Anna Baldassarri per la consulenza che ci ha fornito sulla Medicina Tradizionale Cinese e quella Ayurvedica. Potete trovarla presso l’Erboristeria Naturalmente di Bagnacavallo (RA), incontrando la sua esperienza e simpatia (infatti è proprio una Terra!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *