Spedizione gratuita sopra i 35€ in 24/48 ore - Tel. 0545 82966

Profumo di Patchouli

profumo_di_patchouli

Quello del Patchouli è un profumo che ha attraversato i decenni e le vicende storiche d’Europa, entrando a fare parte del nostro immaginario comune. Innumerevoli case profumiere vi si sono confrontate realizzando la propria interpretazione del suo aroma dal fascino orientale, la quale rimane sempre piuttosto distante dal Patchouli originale, il mitico olio essenziale utilizzato dai Figli dei fiori.

Cos’è il patchouli

Il Patchouli è  una pianta erbacea perenne dalle cui foglie – essicate e fermentate dopo la raccolta -viene estratto l’olio essenziale caldo e ambrato. Il Pogostemon Cablin – è questo il nome botanico – cresce spontaneamente tra i 900 e i 1800 metri di altitudine nella regione del Sud-est asiatico e attualmente viene coltivato in India, Indonesia, Malesia.

Lo si ama o lo si odia: il profumo intenso e persistente del Patchouli non può lasciare indifferenti. In questo senso genera reazioni molto definite: se gli amanti di questo olio essenziale ne apprezzano le note speziate e orientaleggianti, i detrattori spesso lo associano all’odore di terra e di stantio. Del resto le risposte agli stimoli olfattivi sono legati alle memorie che hanno generato associazioni nel corso della vita, si rivelano per questo spiccatamente individuali.

Il profumo caldo e avvolgente del Patchouli matura negli anni, è uno dei pochi oli essenziali che migliorano nel tempo: quando se ne trova uno di buona qualità, si può scegliere di farlo invecchiare per una preziosa riserva personale.

Come si pronuncia

La parola Patchouli (non Pachoully, Pachulli, Paciuli, Patchouly) è stata declinata in molte lingue, che l’hanno riadattata alle proprie sonorità. Nonostante questo, la dicitura corretta e più diffusa è Patchouli.

eau de toilette patchouli

Cosa significa?

Il termine Patchouli deriva da patchai ellai, che significa “verde foglia”. Infatti, sebbene il colore dell’olio essenziale sia bruno, il Pogostemon Cablin è di un verde brillante. Il classico colore ambrato e intenso è dovuto all’essicazione e alla fermentazione delle foglie prima dell’estrazione in corrente di vapore.

Patchouli_pianta

 

Come si usa l’olio essenziale di Patchouli

Il Patchouli lavora in particolare sulla sfera psichica: riequilibra gli stati emotivi, moderando i picchi umorali. Ha un effetto sinergico, una duplice azione rilassante e stimolante. Si rivela utile per i sognatori, che spesso tendono a perdere il contatto con la quotidianità: dona loro l’equilibrio e la concretezza per realizzarsi. L’olio essenziale di Patchouli allontana la sensazione di costante fastidio tipica di quando si è sotto stress e attenua la suscettibilità delle persone particolarmente sanguigne.

Vediamo alcuni impieghi di aromaterapia sottile:
– In caso di ansia ricorrente, dona equilibrio e forza, tonificando il sistema nervoso;
– stimola la creatività e aiuta a dare forma alle proprie idee;
– acuisce la concentrazione;
– ha un effetto antidepressivo, utile in caso di letargia e freddezza dei sentimenti;
– il suo aroma profondo ricollega alla terra. Connette corpo e mente, aiutando ad accettare i bisogni e le trasformazioni fisiologiche del nostro organismo;
– afrodisiaco, se gradito da entrambi accende le fantasie erotiche;
– favorisce il controllo della fame nervosa.

Patchouli per la pelle

Il Patchouli si presta efficacemente all’uso cosmetico, le sue proprietà esaltano e preservano la bellezza della pelle: l’olio essenziale facilita la cicatrizzazione e la riparazione dei tessuti, inoltre aiuta i processi rigenerativi e contrasta la formazione di smagliature e rughe. Potente antisettico e antinfiammatorio, il Patchouli trova impiego in diverse problematiche cutanee, dalla forfora alla pelle acneica, dalle piccole bruciature alle dermatiti. Si rivela ideale per l’idratazione quotidiana: nutre la pelle secca e le dona un profumo caldo e speziato.

L’olio essenziale di Patchouli è anche un utile alleato nella lotta alla ritenzione idrica e alla cellulite grazie alla sua azione astringente, decongestionante e flebotonica: combatte la stasi circolatoria con grande efficacia, a questo fine può essere utilizzato in sinergia con Pompelmo, Geranio, Limone o Cipresso.
Il Patchouli non contiene allergeni e non presenta alcun tipo di tossicità, per questo motivo si presta a un utilizzo sicuro da parte di tutti.

Patchouli, il profumo delle Indie

Nei paesi di origine il Patchouli era anticamente usato come febbrifugo, antisettico e stimolante. Antiparassitario, veniva impiegato per profumare i tessuti e proteggerli dall’attacco delle tarme: è proprio questo l’utilizzo con cui si diffuse nel corso dell’Ottocento in Europa, giungendo assieme agli indumenti e scialli prodotti in India. La sua efficacia come antitarme fece sì che per lungo tempo il suo odore venisse legato a questa finalità d’uso e dunque svalutato come profumo personale.

 

patchouli_anni_70

Dobbiamo aspettare gli anni Settanta del Novecento per vedere tornare in voga il Patchouli, quando divenne popolare tra gli Hippies e i giovani appartenenti ai movimenti di contestazione. Il motivo della notorietà dell’olio essenziale è in gran parte dovuto al grande interesse di quegli anni per il misticismo orientale e l’India. Ed ecco che il Patchouli diventa nella memoria olfattiva collettiva il ricordo dei Figli dei Fiori e della rivoluzione sociale e culturale degli anni Settanta: ragazzi e ragazze lo utilizzano allo stesso modo, diffondendo, forse per la prima volta in maniera così massiccia, la concezione di un profumo unisex che identifichi non solo un movimento, ma un’intera generazione.

Profumi con patchouli per uomo

Le note speziate del Patchouli si prestano ampiamente a composizioni di profumeria botanica dal carattere orientale, adatte sia all’uomo che alla donna. Eccellente fissativo naturale, questo olio essenziale garantisce un’ottima persistenza: per questo motivo il Patchouli è particolarmente adatto a chi ha voglia di indossare un profumo di carattere, che lo contraddistingua e lo accompagni per l’intera giornata.

Gli abbinamenti di piante adatti sia a un uomo che a una donna sono davvero tantissimi. Un possibile profumo maschile al Patchouli potrebbe vederlo in sinergia con altri oli essenziali come Cannella, Incenso, Arancio, Limone, Bergamotto, Cedro Atlantico, Menta, Basilico, Vaniglia.

Un caldo saluto,

Barbara Pozzi e Staff Olfattiva

Iscriviti alla newsletter per ricevere approfondimenti sugli oli essenziali e sconti riservati:

 


 

Come utilizzi l’olio essenziale di Patchouli nella tua quotidianità? Hai qualche trucco speciale che vorresti condividere con noi? Quando ti piace indossarlo?

Commenta il nostro articolo per condividere la tua esperienza! 

 

Condividi questo articolo
  , ,


12 commenti per “Profumo di Patchouli

  1. Buongiorno, è da tempo che sono alla ricerca di un buon profumo che sappia solo di patchouli . Sono una nostalgica de gli anni 70 e sino ad oggi ho trovato essenze in miscuglio che di patchouli sanno ben poco. sono molto interessata al vostro prodotto ma contemporaneamente ho paura di mettere nella mia collezione un profumo non utilizzabile. Vi ringrazioe per qualche chiarimento.
    Auguro una buona giornata ed un buon lavoro. Maria Carmela Gervasi

    • Buongiorno Maria Carmela,
      capiamo bene cosa intendi. Il nostro Patchouli è a base di puro olio essenziale, distillato in corrente di vapore dalla foglia del Pogostemon Cablin essiccata e fermentata. È esattamente il tradizionale olio essenziale che era tanto in voga negli anni Settanta. Ovviamente ogni lotto di Patchouli (così come ogni annata tra i vini) ha le sue peculiarità, ma posso assicurarle che la materia prima è la stessa. Una nota: come sicuramente già sa, il Patchouli può essere invecchiato, quindi può realizzare una sua riserva personale.

      Spero di esserle stata utile, se desidera ulteriori informazioni non esiti a scriverci o a chiamarci!

      Un saluto profumato,

      Veronica – team Olfattiva

  2. tempo fa ho comperato il vostro Patchouli Riserva da 50ml , ho provato vari tipi di questo profumo ma come questo non ci sono paragoni ogni volta che lo metto per me è una goduria ,
    l’unica pecca non posso mettermelo quando indosso una camicia bianca perché mi lascia tutto il collo marrone anche mettendone poco una spruzzata, tra poco ne ordinerò ancora ma
    se potete consigliarmi un altro tipo di Patchouli che non sia cosi scuro però deve avere lo stesso
    profumo intenso , nell’attesa ringrazio .

    • Buongiorno!

      Grazie mille per l’apprezzamento. In effetti il Patchouli Riserva contiene il 50% di olio essenziale, per questo motivo rischia di lasciare lievi aloni sui capi più chiari (aloni che comunque al lavaggio verrebbero rimossi completamente).
      Consigliamo sempre di mantenere una distanza di almeno 40 cm nella nebulizzazione.
      Il Patchouli Riserva – un lotto speciale che viene appositamente fatto invecchiare- non ha in effetti rivali: se scegliesse l’acqua di profumo da 115 ml sicuramente risolverebbe il problema degli aloni ma non avrebbe la stessa nota profonda e torbata.

      Rimaniamo sempre a sua disposizione!

      Un saluto profumato,

      Veronica – team Olfattiva

  3. Buongiorno, cerco da sempre il vero aroma del Patchouli che acquistavo alla fine degli anni ‘70 e sono veramente molto incuriosita da quello che offrite. Sono però indecisa tra le varianti, sarebbe possibile capire la differenza tra profumo, eau de toilette e Riserva?
    Vi ringrazio anticipatamente per l’attenzione.

    • Buongiorno Maria Grazia,

      grazie per averci scritto!
      Credo di averle risposto via email, ma le scrivo volentieri anche qui! 🙂

      Il nostro olio essenziale di Patchouli è della migliore qualità, abbiamo tantissimi clienti che lo acquistano proprio perché ha riportato loro alla memoria gli anni Settanta. Purtroppo, in seguito, le case profumiere hanno elaborato tantissime riproduzioni di sintesi che poco avevano a che fare con il Patchouli originale.

      La differenza tra il Patchouli in Acqua di Profumo e quello della linea Eau de Toilette I Preziosi sta nella concentrazione di olio essenziale: l’acqua di profumo contiene circa il 20% di olio essenziale, mentre l’eau de toilette il 50%.

      L’Eau de Toilette, che è più concentrata, manifesta note olfattive più torbate e profonde: l’olio essenziale nella diluizione apre tutte le sue note, le sue sfumature. Se lo si diluisce meno, si ottiene un prodotto con caratteristiche olfattive differenti.

      Nel caso del Patchouli – che è una nota di base – la persistenza è ottima su entrambi i prodotti, tuttavia l’Eau de Toilette si manifesta leggermente più persistente.

      Il Patchouli Riserva, invece, è un Patchouli invecchiato che ha note ancora più profonde, scure e terrestri rispetto all’Eau de Toilette. Per l’invecchiamento riserviamo i migliori lotti in assoluto, una piccola eccellenza.

      Resto a sua disposizione per qualsiasi chiarimento, grazie ancora per essersi presa il tempo di scriverci!

      Un saluto profumato,

      Veronica – Team Olfattiva

  4. Buona sera, cerco da tempo il mitico PATCHOULY OIL FROM SINGAPORE- imported by Adam( lo acquistai a lire 2.000) agli inizi degli anni 80′ a Messina , ai tempi dell’università…Era una piccola bottiglietta, col tappo nero… fantastica essenza!
    E’ ancora disponibile? Oppure si trova in commercio qualcosa di molto simile ?

    Grazie e cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *