Spedizione gratuita sopra i 35€ in 24 ore - Tel. 0545 82966

Vaniglia

Vaniglia

Vanilla Planifolia

Il profumo ricco e intenso dell’olio essenziale, estratto dai baccelli, crea un’atmosfera gioiosa e favorisce un’intima sicurezza.

Metodo di estrazione: Assoluta

Parte della pianta estratta: Baccelli

Principi attivi: vanilloside, idrossibenzaldeide

Aromaterapia sottile

A livello aromaterapico la Vaniglia addolcisce ed ammorbidisce i conflitti, allevia la rabbia e conferisce un senso di appagamento rispetto alle cose quotidiane. Aiuta la riscoperta del piacere ed è particolarmente indicata per chi sente un senso di insoddisfazione e rincorre ciò che è trasgressivo. Ha il sapore pieno di una serenità conquistata, dona grande fascino a chi la indossa.

PROPRIETA’ FISICHE

Rilassante, emolliente, digestivo, inibente dell’invecchiamento cellulare

In diffusione ambientale:

La Vaniglia crea un’atmosfera accogliente e rilassata, di apertura e calore. Si presta molto agli ambienti domestici durante le ore serali del riposo e del convivio. Questa azione è da imputare alla vanillina, un composto aromatico volatile in grado di entrare in contatto con il nostro organismo non solo per via orale ma anche tramite l’olfatto: questa molecola accresce la produzione da parte dell’ipofisi di un ormone chiamato ossitocina, il quale contrasta l’azione dell’acetilcolina, -un neurotrasmettitore che causa comportamenti aggressivi ed irritabilità- facilitando uno stato di quiete e serenità. La Vaniglia è un olio essenziale afrodisiaco, incentiva una maggiore predisposizione all’amore e all’incontro.

Massaggio, unzioni e frizioni, bagni aromatici:

L’azione cosmetica della Vaniglia si deve a un polifenolo, una molecola in grado di contrastare i radicali liberi che causano l’invecchiamento cutaneo.  Per questa ragione l’olio essenziale viene largamente usato in miscela con oli vettore (mandorla, jojoba, riso, argan) per massaggi rilassanti e nutrienti. Le proprietà emollienti della Vaniglia sono particolarmente efficaci sulle pelli secche, se miscelata a burro di karitè è un eccezionale balsamo per le labbra. Bastano poche gocce di olio per profumare uno shampoo, una crema o una maschera.

Cenni storici e curiosità

La Vaniglia è l’unica orchideacea ad avere frutti commestibili. La sua origine risale al Messico, dove cresce spontaneamente e viene impollinata da una specie di ape lì presente. E’ solo dal 1500, quando Hernando Cortèz la esportò in Spagna, che il resto del mondo ne venne a conoscenza. Attualmente la varietà più pregiata, la Vaniglia Bourboun, è coltivata nelle zone tropicali, in particolare in Madagascar e nell’Isola della Rèunion, dove la pianta viene impollinata manualmente e i baccelli vengono raccolti dai 6 agli 8 mesi dopo l’operazione, ancora verdi e inodore. In seguito, i frutti vengono immersi in acqua calda e lasciati in casse di legno ad una temperatura di 50 gradi, per poi essere essicati.  Questa procedura conferisce il classico colore bruno e il profumo dolce e legnoso, consentendo ai semi di rilasciare la vanillina, il principale composto aromatico. I baccelli si mostrano morbidi e carnosi, di una lunghezza fino a 30 cm, e, se sono di buona qualità, devono poter essere attorcigliata attorno ad un dito senza danneggiarsi.